24 giugno 2015 ♣ 24th June 2015

Corriere dello sport

Da emigrato, vivo a Dublino dal 2004, sono conscio di correre il rischio di avere un certo attaccamento alle cose “Italiche” a vivere di ricordi e di facili infatuazioni sugli oggetti e le mode che ci fanno tornare alla nostra gioventù nel Bel Paese…ma non e’ (almeno solo) questo il mio caso con Giulia.

La mia passione e’ nata proprio quando l’ho vista per la prima volta: Un colpo di fulmine.
Un colpo di fulmine…Rosso.

La valenza del progetto Giulia si notò subito dal fatto che l’Alfa ha creato prima la versione sportiva, quasi una concept urban racing car: la Quadrifoglio è semplicemente la migliore auto da corsa stradale della sua categoria.
La Giulia è stata presentata nel giugno del 2015 e credo che questa fosse una delle prime immagini, sul Corriere dello Sport.

Giulia fu un’auto voluta da Marchionne per rinverdire i fasti delle Alfa del passato. Un progetto a cui hanno partecipato ingegneri Ferrari e Maserati, che hanno lavorato per anni partendo letteralmente da un foglio bianco per riportare una vera Alfa sulle strade…
Ho cominciato ad ammirarla, a mettere assieme articoli e leggere analisi di tecnici specializzati nei motori.
Ho collezionato diversi video.
E poi ho cominciato a dare un’occhiata ai siti dei rivenditori Alfa.
Dalle mie ricerche è emerso ben presto che, esclusa la Quadrifoglio, il modello che mi “chiamava” era la Veloce. Dopo un primo timido approccio in una concessionaria a nord di Dublin, mi sono diretto a Belfast, dove i prezzi “inglesi” mi hanno permesso di coronare il mio inseguimento di una passione di anni.
Tra l’altro a Dublino non ne avevano ancora di Veloce turbo benzina (a parte il nuovo) e non mi sembrava sensato inseguire per tanti anni un’Alfa Romeo, per poi comprarla diesel!

I Donnelly Bros (www.donnellygroup.co.uk) avevano una Veloce turbo benzina, pronta per un’appassionato. Quella Giulia era naturalmente rossa (non ho mai pensato ad un altro colore che il rosso Alfa, anche se devo dire che Giulia indossa con eleganza anche l’ocra metalizzato…) ed era della concessionaria, usata per i clienti come vettura dimostrativa, con poche miglia.
Sono andato a provarla a settembre 2019, già sapendo di essere destinati ad una (spero) lunga strada assieme.
I primi giorni di dicembre io e Giulia siamo tornati a casa.
L’autostrada Belfast – Dublin è stata la prima strada che Giulia ha accarezzato, aggredito, scolpito con la sua linea filante.

Il resto è oramai storia, la mia storia.

#alfaromeogiulia #GiuliaVeloce
As emigrant, I lived in Dublin since 2004, I am aware of taking the the risk of having a certain attachment to “Italic” things, to live on memories and get easy infatuations on objects and vintage fashion that make us returning to our youth in the “Bel Paese” … but this is not (at least not only) the case with my Giulia.

My passion was born when I saw HER for the first time: love at first sight. A red passion love…
The value of the Giulia project was immediately noticed by the fact that Alfa first created the sporty version, almost an urban racing car concept: the Quadrifoglio is simply the best road racing car in its category.
Giulia was presented in June 2015 andI think this was one of the first images, on the Corriere dello Sport newspapaper.
Giulia is a car wanted by Marchionne to revive the glories of the real Alfa cars. A project involving Ferrari and Maserati engineers, who have worked for years starting from a white paper to bring a real Alfa back onto the roads …
I began to admire it, to put together articles and read analyzes of technicians specialized in engines. I have collected several videos. And then I started taking a look at the Alfa dealer sites.
From my research it quickly emerged that, excluding the Quadrifoglio, the model that “called” me was the Veloce. After a first timid approach in a north Dublin dealer, I headed to Belfast, where the “English” prices allowed me to crown the pursuit of this passion of years.
Besides, in Dublin there were still no petrol Veloce (except new) and it did not seem logic to chase an Alfa Romeo for so many years, and then end up buyng it diesel!
The Donnelly Bros (www.donnellygroup.co.uk) had a Veloce turbo petrol, ready for a fan.



That Giulia was naturally red (I never thought of another color than Alfa red, although I must say that Giulia also elegantly wears metallic ocher …) and was from the dealership, used as a demo car, with few miles.
I went for a try in September 2019, already knowing that we were destined to a (hopefully) long road together.

In the first days of December Giulia and I returned home. The Belfast – Dublin motorway was the first road that Giulia caressed, attacked, sculpted with her streamlined line.

The rest is now history, my story.

#fromzerotohero

Pubblicato da drivealfa

Alfappassionato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: